FESTIVAL DELL’ ALTRA ECONOMIA

Il Festival dell’Altra Economia e’ stato promosso dalla Rete Economia Solidale di Modena e Provincia e si è svolto a Modena nei giorni 26-27-28 agosto.

Qui di seguito inseriamo un contributo inviatoci da chi ha partecipato alla sessione di apertura del festival ed intitolato “Economia Solidale. A che punto siamo?”

festaec1

 

Come diceva Capitini, l’azione nonviolenta si deve sviluppare prima che inizi la guerra ,così la solidarietà, nella fattispecie dell’Economia solidale, si esercita nel tempo ordinario, non si scopre nel tempo dell’emergenza come accade ora, in occasione del sisma per poi ripiombare nella mancanza di responsabilità e disinteresse.

Ho parlato apposta di guerra, perché la cosiddetta “big economy”è quella che prevede la guerra come strumento utile a risolvere crisi, la disoccupazione un accidente che tiene alto il profitto e basso il costo del lavoro, lo sfruttamento di popoli e delle loro risorse il contrappeso di Stati il cui”way of life” non è contrattabile. A partire da questa panoramica, l’incontro tenutosi al Parco Ferrari sabato 27 agosto nell’ambito della Festa dell’Altra Economia tra i rappresentanti della R.E.S., cioè la rete delle associazioni aderenti all’Economia Solidale della provincia e il consigliere regionale Sabattini che ha illustrato velocemente le linee guida della legge regionale 19/2014 ,attiene a una perseveranza e coerenza nel perseguire istanze di giustizia e condivisione che meriterebbero più attenzione da parte di tutti perchè, parola di matta, non se ne può più di lamentazioni e narcisismo, occorre informarsi, cooperare e incarnare i valori rischiando qualcosa, anche di fallire, ma con l’umiltà di imparare provando a diventare una specie sostenibile per questa Terra così bella.

Come ha detto Prampolini della Coop. Chico Mendes che ha guidato il dibattito,il confronto sulle tematiche e problemi dell’ES costituisce un “dibattito carsico”che prosegue da oltre 10 anni,ma la Legge Regionale 19 viene discussa da oltre 3 anni e si è illustrato ai presenti l’ordine del giorno a firma dei consiglieri Fasano e Cogusi.

Le proposte dell’Odg si articolano in 7 punti che per ragioni di spazio e leggibilità non sto a elencare ,ma sottolineo l’ultimo riguardante l’ACCESSO ALLA TERRA.Si richiede all’Amministrazione di censire i suoli di proprietà pubblica, o che possono essere acquisiti dal pubblico,che possono essere utilizzati per orti condivisi o piccole aziende agricole giovanili. L’accesso alla terra dovrà essere associato all’acquisizione reale di crediti e microcrediti per l’acquisto di mezzi tecnici idonei alla produzione e alla formazione . Definire infine che le metodiche siano quelle biologiche o biodinamiche a basso impatto ambientale.

A domanda specifica Sabattini ha assicurato che questo accesso alla terra sarà aperto anche agli immigrati garantendo così la dignità a tutti. Penso che se la terra avrà di nuovo un valore sarà grazie al lavoro umano; di conseguenza sarà più credibile e realizzabile l’intento della legge urbanistica e territoriale sulla riduzione del consumo di suolo che Sabattini ha spiegato in maniera poco esaustiva (il saldo zero non lo vedo). Il non abbandono dei terreni può essere un disincentivo alla cementificazione.

Le voci del pubblico mettevano in evidenza il problema del pesaggio del materiale che affluisce nei centri di riuso dei comuni, i regolamenti vanno rodati.  Sabattini ha inoltre richiamato la possibilità in futuro di una tariffa PUNTUALE per cui ogni utente pagherà secondo il peso della raccolta indifferenziata, sembra efficace ma solo se c’è il porta a porta credo.

E’ auspicabile che il prossimo anno si riesca a intercettare qualche rappresentante del Laboratorio LABSUS, come era in programma, perchè le indicazioni giuridico-amministrative da essi approntate relativamente a Bologna , potrebbero venire efficaci nella nostra provincia riguardo alla partecipazione attiva delle cittadine e cittadini.

L.F.

festaec4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.