A Paola

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso

 

L’argento ti guarda

da in fondo gli specchi

e rimanda immagini

che vengono dalla luna

e là vogliono tornare

a spicchi e sempre una

parte oscura non riflettente

si nega torno torno gira

ma non si concede, è così.

 

Tu Paola ti sei astenuta,

preferisco di no e con l’ultimo

vomito sei andata in niente

e una morsa ha bloccato il tuo

muscolo. La luce è sempre

accesa, non  più sole e luna.

Questo silenzio, i telefoni

non ti infastidiscono più.

Odio il tabaccaio che ti ha

visto per ultimo per la tua dose.

Eri curiosa di me ma non ti aprivi,

prendevi tutto sul serio, infatti

eri nella fantasia e ti arrabbiavi

che il mondo non ti seguiva

provavi tenerezza

con la tua faccia incomparabile

ora vedi l’altra della luna.

L.F.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.