Buone Vacanze a tutti!!!

Con questa immagine la Redazione augura a tutti una bellissima estate, e ci vediamo a settembre. BUONE VACANZE A TUTTI!!!!!!!!!

ARTICOLO LUCIA – PAROLE RITROVATE A PARMA

 

Se per Itaca volgi il tuo viaggio,

fa voti che ti sia lunga la via,

e colma di vicende e conoscenze.

Questo l’incipit della poesia di kavafis che ha ispirato il gruppo A.M.A. di sole donne Itaca, attivo a Parma e che raccoglie signore di diverse provenienze, centri diurni, residenze,ecc.,

che hanno il piacere di trovarsi in compagnia uscendo insieme in modo conviviale o per gite stabilendo una confidenza insospettata e un senso di humor che ha contagiato la platea quando una di loro presentandosi ha paragonato la loro esperienza a Sex and the city, per la solidarietà e il bisogno di riscatto che esprimevano.

Appena giunta a Vigheffio di Parma, in un podere ampio e alberato con la casa rurale risistemato a laboratorio, centro sociale con ristorazione e zona per concerti e incontri sportivi, ho respirato un’ aria di casa (forse perchè mia madre è originaria di quelle parti). La prima persona incontrata si chiama Benedetta, era molto impegnata a esporre come dovuto le sue opere di Ikebana, ben riuscite, lottando con un po’di vento che poteva disturbare. Questo inizio floreale così curato e ricco di sapienza botanica e compositiva mi ha messo subito di buon umore e ha acceso la mia curiosità per l’autrice di codesta bellezza, molto compresa nel suo ruolo, mentre la madre aveva quello sguardo un po’ perso che ho visto tante volte nei familiari di utenti.

Ma il tema che ha caratterizzato questa puntata del “Giro d’Italia”nel dipartimento di Parma lo ha dato un senatore intervistato da Matteo della radio”Non ci sto più dentro”, che dopo una vita passata a proporre leggi migliori e avere assistito alla territorializzazione della salute dopo la chiusura del manicomio di Colorno ai tempi di Basaglia, parla del fareassieme con una metafora che ho trovato molto suggestiva e simbolica: operare così “come si fa il pane”. E’ un processo che richiede l’energia di un’intera comunità, a partire dalla preparazione del terreno per la crescita del cereale, per finire con la sapienza di chi prepara l’impasto e di chi lo cuoce.

Così Massimo che conduceva , ha presentato le diverse esperienze parmiggiane chiamando i diversi relatori di gruppi del fareassieme fornai.

A me è tornato in mente un aneddoto di Eraclito, il filosofo presocratico,che si scalda presso il fuoco di un fornaio, arrivano dei viaggiatori aristocratici per vedere la sua straordinarietà; rimangono delusi, ma lui sentenzia:”Anche qui (proprio qui)sono presenti gli Dei”. Lo straordinario vive nell’ordinario.

Il greco probabilmente era influenzato daiMisteri, culti per iniziati che si rifacevano a una cultura precedente in cui la capacità generativa della donna e della terra erano adorate. Questi Misteri eleusini o orfici hanno lasciato attraverso la cultura alessandrina tracce anche nei vangeli, ed è per questo che i discepoli più legati all’ebraismo si scandalizzano al punto che Gesù stesso chiede loro se vogliono andarsene dopo che Egli li ha invitati a mangiare la sua carne e a bere il suo sangue(vedi Giovanni). Ancora Gesù paragona il Verbo, la Parola al seme. “Se il chicco di grano non muore…” é nell’aratore che muore veramente, dice SimoneWeil, una filosofa francese che amo molto, continua: ”il fuoco di Eraclito procede dal sole, la stessa energia solare lavora nel chicco, nello stelo del grano e nell’aratore. L’energia prodotta con la fotosintesi, che l’uomo prende dalla terra, deve a sua volta restituirla.(…)”se il chicco di grano non muore…”, anche noi dobbiamo morire per liberare l’energia che aderisce a noi . La consacrazione fa di questo pane la carne del Cristo. I lavoratori lo mangiano e con la digestione la carne del Cristo diventa la loro carne. Il ciclo si chiude.”Questi sono pensieri religiosi che vengono dalla cultura contadina,ma è osservabile che anche essendo atei, per far sì che un bene il più possibile condiviso sia, occorre spesso che dobbiamo rinunciare a una parte egoica di noi stessi, così magari rinunciare al proprio intervento perchè uno che non ha mai parlato abbia più spazio per esprimersi.

Ecco, se devo fare un appunto è che il pane deve lievitare il giusto tempo, non cadiamo nella tentazione di voler fare troppe infornate per avere più pane, ma di scarsa qualità, ricordiamoci di lasciare la parola ai più lenti, ai più disagiati che se no ci”annoiamo”. Le Parole ritrovate devono essere per loro, semmai rimuovere gli ostacoli che impediscono la loro partecipazione, come dice la Costituzione di tutti.

Quindi con le pagnotte nello zaino si cammina e i gruppi che già praticano sono diversi, con eccellenti risultati. Che si chiami “montagna terapia oppure semplicemente escursionismo l’importante è mettersi in cammino, e non conta la meta ma quello che succede nel percorso mettendosi in gioco e incontrando il mondo.

L’appuntamento per tutti è la Francigena il prossimo anno.

L.F.

Nuovi corsi 2017/18

Corsi promossi dall’ Associazione Idee in circolo in collaborazione con Circolo Culturale Left – Vibra
Le attività sono riservate ai soci ARCI

IDEE IN CIRCOLO
Siamo un’ Associazione che vede collaborare cittadini che hanno avuto a che fare con i servizi di Salute Mentale e non, nel raggiungimento di un bene comune: il diritto alla salute mentale. ci impegniamo nell’informazione, nella sensibilizzazione e nella lotta ai pregiudizi per facilitare l’integrazione dei cittadini con disagio psichico. Organizziamo corsi, formazione, eventi, siamo aperti a chiunque abbia voglia di essere cittadino attivo, divertirsi, fare corsi, eventi e formazioni con noi!!! L a tessera dell’associazione idee in circolo costa 20 euro e annuale e ti da diritto a tariffe agevolate ai corsi vivere con noi l’associazione, nonché ti permette di sostenere la nostra associazione!!

Corso base di Yoga

Lo yoga è una disciplina millenaria che coinvolge corpo, postura, respiro e spiritualità: un universo che tocca la persona nel profondo.
Il corso rivolto a principianti si svolgera al vibra, Via IV Novembre 40/A Modena, dal 3 Ottobre per 7 martedi dalle 18:00 alle 19:00. Iscrizioni entro il 30 settembre.
Quota di iscrizione 70 euro, 65 euro con tessera di idee in circolo+ tessera ARCI.

Corso per DJ

Il corso e rivolto a chiunque che , amando la musica abbia voglia di addentrarsi nelle sue diverse espressioni ed in particolare nel mondo dei dj. Si approfondirà la conoscenza dei diversi stili musicali con particolare attenzione agli strumenti ed alle tecniche di missaggio, mettendoci anche alla prova nella pratica concreta di un DjSet.
Il corso – rivolto a principianti e a chi vuole affinare la propria tecnica – si svolgerà al Vibra, Via IV Novembre 40/a, Modena dal 21 novembre, per 5 martedì dalle 18.30 alle 20.30. Iscrizioni entro il 17 novembre.Quota di iscrizione: 75 euro, 65 con tessera di idee in circolo + tessera ARCI.
Corso di Pizzica & Tamburello
Il corso di pizzica – rivolto a principianti e a chi vuole affinare il proprio stile di ballo – si svolgerà al Vibra, Via IV Novembre 40/a, Modena dal 24 gennaio per 8 mercoledì dalle 19.30 alle 20.30, di pizzica, a seguire, dal 21/03, 3 incontri di tamburello, per 3 mercoledì dalle 19.30 alle 20.30. Iscrizioni per la pizzica, entro il 20 gennaio.
Quota di iscrizione: 75 euro, 65 euro con tessera di idee in circolo per il corso di pizzica, 20 euro per il corso di tamburello + tessera ARCI.

CORSO HOME RECORDING

Il laboratorio è rivolto a chi desideri imparare la base delle tecniche di registrazione e missaggio per la realizzazione di prodotti discografici. Argomenti: Il suono, i microfoni, i diffusori • Il Suono, i Microfoni, i Diffusori • Il Mixer, Effetti Dinamici, Effetti di Mandata • Il Routing, Rudimenti di Recording • Lo Studio, Recording Multitraccia e Il Sequencer • Il Mix di un brano parte A • Il Mix di un brano parte B e il Mastering.
È utile portare un computer portatile personale.
Il corso si svolgerà all’Associazione idee in circolo, Via IV Novembre 40, dal 3 Febbraio, per 6 sabati dalle 15 alle 18. Iscrizioni entro il 30 gennaio

Quota di iscrizone 120 euro + tessera ARCI.

Corso di cornamusa e tamburi scozzesi
Da ottobre a luglio il secondo sabato di ogni mese dalle ore 10:00 alle 17 . lezioni di gruppi con maestri Alberto Massi per la sezione cornamusa e Giacomo Barattini per la sezione percussioni – presso la sede Vibra di Modena in via IV 4 novembre 40 /a Modena – costo trimestale 120,00 euro per sezione con tessera idee in circolo + tessera ARCI.

Iscrizioni aperte tutto l’anno scrivi a : segreteria@heartofitalypipeband.it

GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO
L’Auto Mutuo Aiuto (A.M.A.) si propone di mettere in contatto persone che condividono lo stesso problema, facilitando dialogo, scambio vicendevole, confronto.

Gruppo AMA Uditori di Voci, quindicinale di martedì dalle 16.30 alle 17.30, Modena

Gruppo AMA disagio mentale “il quadrifoglio”, a Modena, il mercoledì dalle 18.00 alle 20.00 ed il giovedì dalle 10.00 alle 12.00.

Contattaci per avere informazioni. Per partecipare ai gruppi chiediamo la tessera associativa e ARCI.

UFFICIO MANI SPORCHE & CIAPPINISMO ESTREMO
Un laboratorio di Social Point con la nostra collaborazione!  Alla base dei laboratori creativi c’è la logica del riciclo: ciò che non è utile a te può esserlo per altri e può essere riutilizzato in un milione di modi! Sono attivi due laboratori:
sartoria il venerdì dalle 14.30 alle 16.30
laboratori di recupero creativi, progettazione gadget, il lunedì dalle 14.30 alle 16.30
si tengono presso l’ associazione Idee in circolo, Via IV Novembre 40.
I laboratori non hanno costi, si chiede solo la tessera associativa ed ARCI.
PROGETTO TEMPO LIBERO
Affrontare il problema dell’isolamento di molte persone è affrontare il disagio stesso e pensare che un miglioramento sia sempre possibile. Per questo organizziamo uscite, proiezioni di film, partecipiamo a serate….se ti interessa contattaci.
La visione dei film si tiene, da novembre, ogni 1° e 3° domenica del mese, dalle 15:00 presso idee in circolo. Se ti piacerà il  progetto ti chiederemo di fare la tessera associativa e ARCI.
Laboratorio culturale “AMORE & PSICHE”
Un gruppo di studio, che affronta diverse tematiche: psicoanalisi, affettività e amore, biodiversità, musica, viaggi …. Si terrà presso l’Associazione Idee in circolo, Via IV Novembre 40/a; le prime date saranno:
28 gennaio ore 15.00
Visione e discussione del documentario “Sigmud Freud, padre della psicoanalisi”
25 febbraio ore 15.00
Lezioni d’amore – Visione e discussione del film “l’impero dei sensi”
25 marzo ore 15.00
Visione e discussione del Docufilm “Dal profondo dell’anima”. Omaggio a Carl Gustav Jung
29 aprile ore 15.00
Lezioni d’amore – Visione e discussione del Film “Carne tremula”
27 maggio ore 15.00
Visione e discussione del docufilm “Marie Louis Von Franz”, fedele ed originale collaboratrice di Jung
Il laboratorio non ha costi, si chiede solo la tessera associativa ed ARCI.
Se hai difficolta economiche, non escluderti, proponiti  col tuo saper fare!
Per iscrizioni ed informazione puo scrivere alla mail:  associazioneideeincircolo@gmail.com chiamare il numero 345/2833360
https://associazioneideeincircolo.wordpress.com/
Idee in circolo , via iv 4 novembre 40/a modena

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PAROLE RITROVATE PARMA

 

Jpeg
Jpeg

 

Venerdì mattina sfidando le più apocalittiche previsioni rispetto al traffico causato dal Modena Park, un gruppo di noi è partito alla volta di Parma. Abbiamo decisamente passato una bella giornata in compagnia di tanti amici conosciuti nel corso della nostra partecipazione alle Parole Ritrovate Nazionali. L’ospitalità parmense è stata squisita ed è sempre un piacere ascoltare esperienze di “buone pratiche” a volte molto simili, altre differenti, soprattutto rispetto alle premesse, ma tutte con l’intento di stare bene insieme e di offrire la più vasta forma di opportunità alle persone che ci invitano  attorno al mondo della salute mentale e non. Abbiamo constatato con piacere che anche chi frequenta il nostro mondo da poco tempo e si è trovato a suo agio tanto da intervenire e portare una testimonianza da standing ovation.

Anche chi è con noi da più tempo ha portato contenuti e spunti molto importanti non solo sull’ excursus, su come siamo arrivati a partecipare al movimento di Parole ritrovate e alla nascita dell’associazione a seguito del progetto africano, ma anche attraverso l’eterno alternarsi di spinte verso l’esterno del mondo della salute mentale e il richiamo verso un luogo comunque amicale e famigliare da cui si fatica, e forse non si vuole neanche fino in fondo, staccare.

C’era dell’altro

 

C’era dell’altro sotto gli alti frassini e le tapsie del Parco del Pozzo, residuo di un parco che doveva essere più importante, annesso a un pozzo che formava un laghetto tempo fa, ora manca poco che venga trasformato in parcheggio prospicente l’ospedale come il resto del verde che circondava il policlinico. Persone giunte per una festa a San Giovanni, inizio d’estate calda, rovente, che prelude lo scatenarsi degli elementi.

Prove sul palco e sotto il palco di ritmi e incastri di suoni e persone. Tutti con le migliori intenzioni lì convenuti per una festa inconsueta, con altre facce, altri colori, altri cibi, altre lingue, altre menti, altre deambulazioni, altri pesi, altre speranze.

Persone in attesa, persone il cui tempo non è considerato importante dai professionisti.

Persone che hanno una santa pazienza e tribolati aiutanti. Sono in anticipo e seduta all’ ombra , raccolgo energie per muovermi e per non essere troppo sfasata quando ci sarà da ripetere la sequenza di ritmi. Accuso l’età superiore a quella delle altre componenti della banda matta.

Mi riconosco con altri e in silenzio guardo attorno e noto.

Noto l’umanità di chi si guarda negli occhi e non c’è bisogno di parlare. Noto stralci di discorsi, una donna alta, con la coda, rincontra un amico di lunga data nella sedia a rotelle. Sono un po’ cambiati,

ma quale commozione di essere sopravvissuti alle loro tempeste perdendo qualche pezzo di sé, ma ritti; con quale tenerezza e orgoglio indulgere ad accarezzare la propria resilienza per quel non so che di piacere di respirare, ancora, di darsi la mano e tacere quel che non si può dire.

Più in là la magnolia e uno spazio dove c’era una lama d’acqua, quando transitai con mia madre, l’aria dolcissima dei fiori carnosi e l’emozione del primo rincontro: lei inguaribilmente operata, io adolescente al primo ricovero. Oggi vi si allestiscono tavoli per una cena comune al tramonto , ultimo giorno di ramadan, con specialità multietniche,-Tutte due volevamo viaggiare- e nei campetti sportivi attigui si giocano tornei tra ragazzi neri scampati al Mar Mediterraneo e ragazzi pallidi e occhialuti di buone intenzioni,con strani contratti lavorativi .

I neri siedono come lords al country club, per un giorno dominano. Il caldo è schiacciante e dopo l’esibizione di tamburi di strada, chiassosamente principianti, mi dileguo. Ma al di là della scaletta della festa, negli interstizi, c’è dell’altro.

Due percorsi , stesso obiettivo

A:Quando finalmente il mio attuale medico, di cui non smetterò mai di tessere le lodi ma non dirò il nome per non creare invidie, ha dato il nome al mio malessere, per me è stato un grande sollievo. Da studente a vita quale sono mi sono precipitata su Google per sapere di più, per imparare quale era il mio problema,e quali erano le cure. Questo mi ha aiutato molto, nel rapporto con il mio medico e nella gestione della mia malattia. Adesso so riconoscere i miei sintomi e gestirli. Continuo a studiare qualunque cosa trovo e ad educarmi e questo mi dà grande confidenza.

M:Ad un certo punto della mia vita ho avvertito la necessita’ di farmi aiutare: ho preso consapevolezza di non condurre una vita appagante ed ho chiesto  aiuto: felice della mia scelta, da allora mi sento molto meglio. Affidarsi ad uno Specialista capace e competente si è rivelata per me una decisione vincente. Ad intervalli regolari ( circa ogni due mesi ) sono seguito con cura e attenzione e i progressi nella mia vita sono arrivati. Andiamo avanti con maggiore fiducia e determinazione.