Le nostre impressioni… Curare senza legare: MISSIONE POSSIBILE?

 

L'immagine può contenere: 4 persone, persone sedute e spazio al chiuso

X Convegno Nazionale SPDC No Restraint

Curare senza legare: MISSIONE POSSIBILE?

Durante la settimana del Màt abbiamo partecipato al convegno sulla posizione rispetto la contenzione. Si sono susseguiti diversi relatori. Uno degli interventi che ci ha colpito maggiormente è stato quello della ricercatrice Lene Lauge sulla “De Escalation”. La ricercatrice attraverso delle immagini ci ha mostrato come svolge il proprio operato in un ospedale caratterizzato da vetrate che mettono in relazione le persone con disagio e gli operatori al di fuori da una logica di controllo.

La “De Escalation” si compone di diverse fasi che danno importanza ad elementi quali: il tempo, il rispetto e inizialmente la distanza dalla persona che vive un momento di crisi, l’ascolto, l’osservazione del linguaggio corporeo, la creazione di un nuovo contesto per sorprendere la persona e mettersi nei suoi panni per comprendere il momento di crisi senza dover utilizzare la contenzione.

 

La contenzione è una delle questioni più dibattute in Italia e nella comunità internazionale. Tutti siamo coinvolti in prima persona e crediamo che bisognerebbe divulgare un approccio simile a quello sopra descritto. Si sono infatti presentate diverse realtà italiane che sostengono un approccio volto alla prevenzione della contenzione, attraverso metodologie che accolgono l’ascolto, la fiducia, la capacità di far emergere le risorse delle persone. Tutti gli operatori coinvolti nell’ambito della Salute Mentale dovrebbero essere educati a tale cultura.

Abbiamo avuto l’occasione di ascoltare anche il punto di vista delle persone con disagio le quali hanno esposto il bisogno di essere ascoltati attraverso atteggiamenti non giudicanti, rispettosi della sofferenza e il bisogno di ritrovare all’interno dei Servizi la figura dello psicologo e non solo la figura dello psichiatra che molto spesso si concentra esclusivamente nella prescrizione di farmaci. Le persone sofferenti, inoltre, testimoniano l’importanza che assumono le associazioni presenti all’interno della comunità che escono totalmente da una logica medica.

 

Curare senza legare? Sì, missione possibile.

L. M.

 

 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta, salotto e spazio al chiuso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.