Workshop “Le Parole Ritrovate”

 

L'immagine può contenere: una o più persone, persone sedute e spazio al chiuso

Tra i numerosi incontri e convegni che si sono susseguiti nel corso della settimana della Salute Mentale “Le Parole Ritrovate” si sono incontrate nuovamente per riflettere e discutere sulla domanda “Salute e Malattia sono eventi naturali?”. Per facilitare la discussione e la partecipazione attiva di tutti i partecipanti ci siamo divisi in diversi gruppi di lavoro e abbiamo iniziato a discutere sulla domanda che ci siamo posti. Ci siamo presentati e a partire da alcune esperienze personali e dalle nostre individuali idee ed opinioni abbiamo iniziato a confrontarci. I gruppi, poi, attraverso il metodo dell’acquario, suggerito dalle nostre amiche antropologhe, hanno esposto le riflessioni che sono sorte, suscitando così nuove domande e riflessioni.

Per la maggior parte di noi “Salute e Malattie” sono determinate dai contesti di vita in cui la persona è cresciuta ed è venuta a contatto nel corso della propria vita. In altri casi, invece, secondo alcuni certe malattie sono determinate dalla natura, ossia, dalla genetica. La natura stessa, con i suoi paesaggi e il clima ambientale, può determinare un livello più alto o più basso di benessere. Allo stesso tempo, il contesto di vita può essere fonte di malattia come di salute. Un abbandono, un ambiente familiare fragile può comportare, probabilmente, un rischio maggiore di sofferenza e viceversa un ambiente accogliente, di dialogo e scambio, di ascolto empatico può comportare un livello di benessere maggiore.

La domanda “Salute e Malattia sono eventi naturali?” rimane una questione aperta, oggi e domani. Tale questione è aperta anche all’interno delle diverse comunità scientifiche. Anche noi, cittadini di diversificate realtà, abbiamo potuto confrontarci e dare voce alle nostre idee per poter tenere ben saldo il valore ad una cittadinanza attiva.

Il Workshop “Le Parole Ritrovate” si è concluso con il bellissimo ed emozionante monologo di Luciana che, a mio parere, ha espresso attraverso la propria interpretazione le sfumature della sofferenza e del benessere immersi nei contesti che abitano la comunità.

M.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone sedute, scarpe e spazio all'aperto

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.