Amiche mie

Cena di classe: avvocatesse, architette,  dottoresse e poi io, cassiera in un agenzia di scommesse.  Troppo confusa per fare qualcosa di più “importante”. Gli sguardi sono imbarazzati, anche quelli di chi conosce: Malattia mentale,  mio Disturbo bipolare. Discrete inquisizioni. Pietà nascosta dietro la compassione.

Muore la madre di una compagna di classe. La più cara, con cui i giochi non sono mai finiti. Tu vai, non puoi lasciarla sola.

Diffondi la notizia via email, quella stessa lista scritta alla cena di classe, con grandi speranze.

Due nomi. Non possono venire, vengono da lontano, ma parlano volentieri con te.

Una, carissima e data per perduta in un mio momento di mania. Cominciamo a parlare; parole scritte  guariscono parole malate ed il rapporto riprende, lei sa e capisce. Capisce! Capisce!!!! CAPISCE!!!!!!

Ci scambiamo problemi, parole, lei medico di base mi chiede esperienze e racconta storie di ordinaria follia. Vede ragazze giovani travolte dalla loro mente e apriamo un dialogo mai perso.

La terza, la più lontana, diventa vicina nella compassione, cum patio, soffrire insieme. Nel latino che lei ama tanto.

La prima amica divorzia, cattolico peccato. Noi amiche facciamo cerchio intorno a lei.

Ci troviamo a Milano, dove vive la più geograficamente lontana. Le parole corrono veloci, i problemi diventano più leggeri, i sorrisi corrono.

Gli incontri si fanno numerosi: Modena, Reggio, Milano ancora. Una voce c’è sempre al bisogno.

Il lavora all’agenzia di scommesse se ne va, e porta un lungo lutto. Il fisico è sempre più precario, ma le amicizie rimangono sempre più forti.

Gli stigma sono diversi, le domande diverse, ma il rapporto rimane, aperto, totale.

La vergogna se n’è andata, ho trovato la mia comunità, ma loro rimangono  lì e le ringrazio. Mi hanno aperto porte nelle loro anime e non hanno avuto paura di entrare nella mia porta.

Grazie: Tesoro, Stupenda, Compasso e Principessa.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.