Buon Compleanno Vincent

30 Marzo: Buon Compleanno Vincent Van  Gogh! Perché è una data importante? Non solo perché Vincent era un tipo tosto, ma perché, come tanti tipi tosti, era Bipolare. Allora, tutti gli altri bipolari hanno deciso di celebrare Vincent rendendo il 30 Marzo Giornata Mondiale del Disturbo Bipolare.

Il disturbo bipolare è una strana malattia, perché è come un rollercoaster: un po’ sei così su da far paura, poi precipiti urlando nelle profondità della depressione. Ripeti a volontà. O meglio a volontà dei tuoi neuroni.

Bipolare è un termine recente, prima ci chiamavano Maniaco Depressivi. Spaventati? I bipolari lo sono. Quando sei maniacale spendi e spandi, crei e distruggi, tutti sono amici e tutti sono nemici (ho perso tanti amici per strada), sei convinta di essere bravissima sul lavoro superiore a tutti a tal punto che non solo raggiungi il burn out ma il lavoro lo perdi, perché stai antipatica a tutti e non sei più capace di lavorare tra lacrime ed urla. Quando sei in fase depressiva non esci dal letto.  Sei immobile, non fate l’onda, non fate l’onda. Ti senti legata ti senti affogata.

Anche la tua famiglia si stanca di te. “ Che rompiballe, o rompe le scatole con le sue scenate o si chiude in camera a piangere.” Alle volte non ci sono neppure le lacrime. “Trovasse un equilibrio”. Ci proviamo a trovare un equilibrio, ci proviamo con le medicine, le terapie: tutte le terapie. Ma facciamo fatica a smuoverci.

Come il musicista Robert Schumann la cui produzione fu fortemente influenzata dallo stato dell’umore. Infatti compose 24 opere nel 1840 e 27 nel 1847, periodi di ipomania, mentre non compose nulla negli anni 1833/34 1843/44 mentre era in profonda crisi depressiva.

In Italia ci sono più di 3.000.000 di persone con disturbo bipolare, diagnosticato. E’ un disturbo che è difficile diagnosticare, perché chi pensa di andare dallo psichiatra quando si sente benissimo? mai stato meglio? Il disturbo è altamente invalidante,  è una  condizione psichiatrica ricorrente e una delle principali cause di disabilità nel mondo nella fascia di età 15-44 anni. Il disturbo è associato ad un rischio aumentato di suicidio (15 volte superiore alla media). Sebbene la maggior parte delle persone trattate nel tempo tenda ad un miglioramento, circa i due terzi possono presentare sintomatologia residua e almeno il 40% presenta una ricaduta nei successivi 2 anni.

Quindi Buon Compleanno Vincent e Buona vita a noi. Venite, parlateci. Abbiamo storie da raccontare, forse vere e forse no, ma sempre interessanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.