Nuovamente a contatto con gli studenti

L’esperienza del servizio civile con l’associazione Idee in Circolo continua ed è arrivata a circa metà percorso. A partire da Settembre mi sono interfacciata con un mondo già conosciuto, viste altre esperienze di volontariato nello stesso ambito in cui opera l’associazione. Tale mondo pur essendo ai miei occhi già conosciuto, si è rivelato essere una scoperta continua. Le attività che ho frequentato e seguito sono state molte e diverse soprattutto a livello operativo;  si alternano la Redazione, l’Ufficio Mani Sporche, la Mattabanda, le trasmissioni di Radio LiberaMente e le numerose iniziative che ruotano attorno a queste attività. Sono proprio queste iniziative, eventi, rubriche redazionali e progettazioni che hanno dato il via a nuovi spunti e opinioni rispetto il mondo di cui si interessa il sistema dell’associazione. L’insieme di questo bagaglio culturale mi ha orientata nel proseguire i miei progetti futuri.

Parallelamente alla quotidianità che i volontari del servizio civile spendono all’interno delle varie organizzazioni, saltuariamente, si presentano occasioni di promozione e divulgazione da svolgere all’interno delle scuole superiori presenti sul territorio. Tali occasioni sono promosse attraverso il COPRESC (Coordinamento Provinciale Enti di Servizio Civile) che chiama i volontari in servizio a motivare nuovi possibili giovani a vivere l’esperienza del servizio civile. I tecnici del COPRESC che accompagnano i volontari all’interno delle scuole si occupano di informare gli studenti rispetto la storia e l’organizzazione dei bandi. Infine i volontari raccontano la propria esperienza e le motivazioni che li hanno spinti a cominciare questo tipo di percorso, aperto ai giovani di età compresa tra i 18 anni e i 28 anni.

Personalmente, una delle motivazioni che mi ha spinto ad intraprendere questa esperienza è sicuramente la volontà di trovarmi a contatto con realtà attive, operanti nella salute mentale e non chiuse al resto del sistema. Da sempre, visti anche gli studi fatti, mi sarebbe piaciuto rapportarmi direttamente con ciò che si trova al di fuori dei servizi e interagire con il territorio potenziale interessato al benessere di tutti gli attori coinvolti all’interno dell’associazione e non solo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.