La mappa della tenerezza

La mappa della tenerezza:

Mappa vivente, solo apparentemente rappresentativa di uno spazio fisico, reale, in parte topografia in parte paesaggio. “La mappa di Madame de Scùdery tracciava un paesaggio di emozioni che andavano sperimentate come una serie di movimenti sensazionali. In questa ‘emozionante’ maniera, dava senso alla posizione degli affetti. Dava inoltre senso allo spaesamento sentimentale” (Atlante delle emozioni. G. Bruno, 2006).

Partendo dalla Mappa della tenerezza ci piacerebbe realizzare una rubrica che segnali dei percorsi di orientamento all’interno della intricata rete delle emozioni umane e dei sentimenti, tracciando anche una differenza tra emozioni passeggere e invece sentimenti duraturi e profondi.

L’intento è quello di creare un linguaggio e un’attenzione verso sentimenti capaci di provocare una visione differente dei rapporti. Quello di generare un riconoscimento e un rispetto per l’altro nella relazione e nella comunicazione, lasciando spazio, come diceva Basaglia, al dialogo tra medico e paziente, tra donna e uomo, genitore e figlio, imparando a vivere la contraddizione, non annullandola. A tal fine vorremmo proporre un percorso che ci aiuti a fare emergere come i fili della violenza fisica e/o psicologica si intreccino con quelli dell’amore, generando a volte sofferenza e disagio. Vorremmo interrogarci sui vari contesti in cui queste dinamiche si sviluppano e si vanno a perpetrare (ad es. ci interroghiamo sulla connessione tra salute mentale e pericolosità, è statisticamente vera?, sulla pericolosità degli ex, che pare stiano reagendo in maniera assolutamente aggressiva e prevaricante nei confronti delle partner che vogliono lasciarli, sulla questione legata alla violenza di genere ma anche a quella legata all’omofobia).

Vorremmo intervistare persone che vivono una dimensione di coppia soddisfacente perchè si ritiene siano un fermento positivo per la società, recensire romanzi di formazione sentimentale (Jane Austen, Sibilla Aleramo ecc.), coinvolgendo anche altre associazioni che vogliano portare il loro contributo su queste tematiche per competenza o per loro stesso interesse sull’argomento.

Vorremmo partire dalla creazione di questa rubrica su questo blog, rispetto ai temi proposti per arrivare a proporre dei momenti di incontro e scambio aperti alla cittadinanza per condividere quanto emerso e aprire un confronto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.