Mettete fiori nei vostri cannoni

 

Buongiorno mi chiamo Alessia e sono bipolare. Sono perchè essere bipolare è parte della mia identità, una parte la cui accettazione non è stata facile..

Fino al 2015 ho lavorato. Un lavoro di merda, cassiera in un’agenzia di scommesse, un lavoro stressante, con insulti e degrado quotidiani. Era un lavoro a tempo indeterminato, assunta come disabile. Mi ci ero attaccata con le unghie e con i denti.

L’ultimo anno è stato il più difficile, l’agenzia stava fallendo ed il mio psichiatra mi ha visto e mi ha prescritto una settimana di malattia. Sono stata costretta a rivelare la natura della mia malattia ai miei colleghi.

Grande simpatia a parole.

Poi hanno cominciato “Ma come sei brava, fare un lavoro così stressante con i tuoi problemi” “Se io fossi in te io mi licenzierei, il lavoro è troppo per te” ed altre simili frasi, apparentemente gentili, mentre in realtà lavoravano sotto, minando la mia confidenza e la mia dignità. Come i turni, in cui mi trovavo da sola a gestire la clientela, mentre le mie colleghe si nascondevano in ufficio, ed ecco che mi beccavo le offese dei clienti. Alla fine a Dicembre del 2015 l’Agenzia è fallita.

Sono caduta in una depressione fortissima, durata un anno e forse più. Senza quel lavoro a cui mi ero aggrappata alla ricerca della normalità, della dignità (Del resto lo dice anche la Costituzione: “L’Italia è una repubblica fondata sul lavoro”) mi sono trovata in un vuoto totale, anche perchè ero così occupata a lavorare che il resto della mia vita era un vuoto.

Poi nell’aprile 2017 l’invio al Social Point, la frase “Se ti piace leggere e scrivere magari dovresti provare la redazione”. Dopo due o tre tentativi falliti mi ci sono inserita ed ho ritrovato la mia gioia di scrivere. Poi dopo le ferie la frase. “Magari dovresti venire all’assemblea del Lunedì.” Il che toccava uno dei miei taboo, l’uscire due volte al giorno, mi stancavo troppo. Avevo una serie di regole per evitare di stancarmi troppo, che si risolvevano in una sola regola: uscire di casa il meno possibile.

Ma sono venuta all’assemblea del Lunedì e pian pianino mi sono inserita, sono andata a Trento a Parole Ritrovate e tre streghette di cui non farò il nome mi hanno letteralmente catapultata sul palco. Ho cominciato a parlare e non ho smesso più. Adesso faccio volontariato a Idee in Circolo, sono Vicepresidente e faccio tante cose. lavoro intere giornate, passando da un impegno all’altro per tutta la città e oltre. Sono attiva nel movimento per promuovere il peer support e mi hanno soprannominato La sindacalista degli utenti della salute mentale. Ho riacquisito il senso della mia dignità e la mia confidenza e sono diventata orgogliosa della mia condizione di “diversa”. La mia bipolarità si è integrata con le altre parti della mia personalità.

Domenica pomeriggio, il 4 Novembre, allo Spazio Nuovo abbiamo ospitato la Festa di Halloween della Scuola Infanzia San Paolo. La festa è stata fantastica, i bimbi si sono divertiti, i genitori hanno fatto i complimenti alla bellezza della sala e alla sua versatilità.

Tra i genitori organizzatori, c’era anche uno dei miei ex colleghi. Lui e sua moglie sono due persone fantastiche e lui mi è stato vicino in quegli ultimi, distruttivi mesi. Mi ha fatto piacere rivederli. Tra le varie cose preparate per la festa c’erano spade fatte coi palloncini. Ad un certo punto Andrea, il mio ex collega si è messo a trasformare le spade in corone di fiori. I bambini erano estatici e la metafora mi è sembrata appropriata. Una persona dal mio passato, da un passato senza dignità e senza speranza, ha fatto fiori dalle spade. Come la mia vita che è fiorita dalle battaglie del mio passato.

Mettete fiori nei vostri cannoni.

Lo Spazio Nuovo è disponibile per feste e celebrazioni per bambini ed adulti. Prezzi negoziabili, disponibili a richiesta la radio, bar alcoolico e analcolico ed animazioni varie, la sala è flessibile  pensata con un arredamento movibile, adeguato alle vostre necessità. Contattare associazioneideeincircolo@gmail.com o lospazionuovomodena@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.