James Bond: 12(!) actors, and 26 movies in 58 years

Anche questo Lunedì vi voglio parlare della filmografia di James Bond in arte 007 il doppio 00 indica che Bond ha la licenza di uccidere i criminali indicati dall’M16. L’uscita del prossimo film di Bond, ‘No time to die’, era originariamente prevista per il 31 marzo 2020, è stata poi posticipata al 12 novembre 2020 e poi al 2 aprile 2021, ed è ora fissata all’8 ottobre 2021, a causa di il coronavirus / COVID-19.

Sito:The Films James Bond 007/Movie Empire

Dr. No

Released: 1962

Sean Connery, Ursula Andress, Joseph Wiseman, Bernard Lee, Jack Lord, Lois Maxwell, Zena Marshall, Eunice Gayson

Nel suo esplosivo debutto cinematografico, l’immortale eroe d’azione di Ian Fleming esplode in una delle sue avventure più spettacolari. La missione di Bond (Sean Connery) lo porta in Giamaica, dove misteriose ondate di energia stanno interferendo con i lanci di missili statunitensi. Mentre svela la verità, Bond deve combattere assassini mortali e femme fatale mentre cerca il quartier generale del sinistro Dr. No, che sta attuando un piano malvagio di dominio del mondo.

Recensione

L’inizio del franchise di grande successo, questo rimane uno dei film di Bond più soddisfacenti. Connery, con solo un pizzico di ironia, è il soave agente segreto, presentato a un tavolo da gioco mentre accende una costosa sigaretta, godendosi un conto spese vacanza caraibica che deve essere sembrata come un edonismo senza pari al pubblico britannico che aveva appena superato il razionamento.La licenza di uccidere ottiene diversi riconoscimenti poiché Bond elimina in modo efficiente e brutale i cattivi vili che minacciano la pace mondiale e, con un altro tocco fantastico, la Gran Bretagna detiene la chiave per l’equilibrio del potere. Il dottor No, un genio tedesco-giapponese con mani di metallo, è credibile quanto Fu Manchu, ma Joseph Wiseman conia tutti i cliché del cattivo di Bond, dalla tana dell’isola splendidamente progettata (per gentile concessione del direttore artistico Ken Adam) con l’energia nucleare incorporata pianta (e un ritratto del Duca di Wellington, allora famoso, rubato, appeso al muro) attraverso minacce e tentativi di convincere 007 a svendersi e unirsi alla sua malvagia organizzazione (‘Pensavo che avessi un certo stile, Mr Bond, ma Vedo che sei solo uno stupido poliziotto ‘). E, naturalmente, c’è Ursula Andress nei panni della prototipica Bond girl Honey Ryder, che emerge dai mari in bikini con un coltello legato alla coscia, con le sue ragioni per voler vedere sventato il piano del dottor No per la conquista del mondo.Quel tema di chitarra scintillante e la sequenza dei titoli di gunsight-iris sono già a posto. I clienti abituali della serie Bernard Lee (M) e Lois Maxwell (Moneypenny) fanno il loro debutto, ma Peter Burton interpreta Q (che sarà sostituito da Desmond Llewellyn) e Jack Lord è l’agente della CIA Felix Leiter (che sarà sostituito da una serie di tirapiedi).

Spectre

Released: 2015

Daniel Craig, Christoph Waltz, Léa Seydoux, Ben Whishaw, Naomie Harris, Dave Bautista, Monica Bellucci and Ralph Fiennes

Recensione

Un messaggio criptico dal passato invia James Bond (Daniel Craig) in una missione canaglia per infiltrarsi in una sinistra organizzazione nota come SPECTRE. Nel frattempo a Londra, Max Denbigh (Andrew Scott), il nuovo capo del Centro per la sicurezza nazionale, mette in dubbio le azioni di Bond e sfida la rilevanza dell’MI6, guidato da M (Ralph Fiennes). Mentre Bond si avventura verso il cuore di SPECTRE, scopre una connessione agghiacciante tra se stesso e il nemico (Christoph Waltz) che cerca.

Dopo aver gestito Skyfall, la voce del 50 ° anniversario della serie 007, Sam Mendes è tornato per Spectre, un sequel diretto del film precedente – un indizio vitale si trova nelle rovine bruciate di Skyfall, la casa d’infanzia di Bond – che riprende anche i fili della storia (e lo strano personaggio) da Casino Royale e Quantum Of Solace e riconfermano la corsa di Daniel Craig nei panni di James Bond in una super saga leggermente traballante. Poiché fa parte del mandato di Bond evocare il passato del franchise, questo fa per Craig quello che You Only Live Twice ha fatto per Sean Connery, fino al gradito ritorno del malvagio gatto bianco accarezzato dalla testa di Spectre per tutti gli anni ’60.Dopo tre film più radicati nelle preoccupazioni del mondo reale rispetto ai veicoli per lo più fantastici di Pierce Brosnan, Spectre si rilassa un po ‘(anche se discute l’etica della sorveglianza e l’importanza degli stivali con licenza di uccidere sul terreno in un’era di droni). Craig non riceve le battute di Connery-Moore, ma permette a un umorismo molto più ironico di intrufolarsi nel suo eroe hardman-in-a-suit. Quando una bella donna afferma che lo scenario sorprendente (e la direzione artistica) della sua clinica in cima a una montagna possono essere una distrazione, lo scarto liscio di Craig mentre si concentra intensamente su di lei (“Davvero? Non l’avevo notato”) è tipico del tipo di risata solo lui può ottenere. Roger Moore avrebbe inarcato un sopracciglio, ma Craig è divertente perché non fa l’occhiolino al pubblico, ma può anche disattivare il fascino quando è il momento di lanciare qualcuno attraverso una finestra.Skyfall è stato un giro di vittoria per la serie, ma ha anche raccontato un diverso tipo di storia e ha trascorso la sua ultima metà portando Bond a casa – nella sua triste casa d’infanzia ma anche, con Ralph Fiennes come nuovo M e Naomie Harris seduti alla scrivania di Miss Moneypenny , allo status quo simile a una sit-com intorno al Dr. No. Questo significa che Spectre deve giocare secondo le regole stabilite piuttosto che infrangerle o modificarle radicalmente. C’è una sbornia inutile dal punto di vista della “storia personale” in un retroscena artificioso che collega l’infanzia infelice di Bond con la creazione di Spectre – come se sovvertire la democrazia mondiale e massicci attacchi terroristici non fossero abbastanza malvagi da infastidire l’eroe.Altri elementi sono troppo meccanici – la sequenza tentacolare del titolo è bella ma la canzone è un disastro; Il delinquente silenzioso e sogghignante di Dave Bautista, Mr. Hinx, è un formidabile avversario in un combattimento su un treno Dalla Russia con amore, ma per il resto è una formula goon; Léa Seydoux fa miracoli con materiale sottile come una delle Bond girl più passive (il suo lavoro è essere in pericolo e salvata) e Monica Bellucci entra e esce con poche possibilità di mostrare il suo fuoco. Un paio di inseguimenti in auto – attraverso città notturne stranamente spopolate – sono stranamente privi di attriti, e l’unico gadget principale si rivela essere una carta di fuga senza morte certa alla pari delle abitudini più stupide di Bond.Skyfall è stato un giro vittorioso per la serie, ma ha anche raccontato un diverso tipo di storia. Anche se questo è complessivamente meno soddisfacente di Skyfall, ci sono sequenze che si classificano tra le migliori di Bond. Il set dei pre-titoli di coda, con un Bond mascherato da teschio a Città del Messico durante il Giorno dei Morti, si apre con una ripresa in stile Touch Of Evil che è sbalorditiva (Daniel Craig che cammina a passo svelto sui tetti precari con stile è elettrizzante spettacolo) e offre un climax definitivo di lotta dentro un elicottero fuori controllo che la maggior parte dei film salverebbe per un finale. Dopo che cose del genere sono passate di moda per un po ‘, è bello vedere Spectre tornare in affari – con un malvagio incontro di lavoro a Roma e una spettacolare tana nel deserto in Tunisia, abitata da un presidente mercurialmente brutto, stravagante e troppo sicuro di sé (Christoph Waltz) che spazza via la macchia del Dr. Evil dalla parte e corrisponde alla divertente minaccia di Donald Pleasence o Gert Frobe. Craig ha avuto un lavoro meno duro all’inizio rispetto a Fiennes qui, prendendo il posto della M forse più amata della serie (Judi Dench) ed entrando nell’arena della superspia senza ricordarti che era nel film Avengers di cui non parliamo. di. Con la sua sottotrama, che si scontra con un nuovo spymaster (Andrew Scott) il cui stato sbagliato viene affermato quando si dice che era “a scuola con il ministro degli interni”, Fiennes è così convincente dentro e fuori dall’azione che la sua M potrebbe probabilmente porta una serie da solo. Se questo sarà l’ultimo inchino di Craig come 007 (i titoli di coda almeno promettono che James Bond tornerà), sarà ricordato come l’uomo che ha riportato la grinta di Ian Fleming a uno dei grandi franchise cinematografici britannici.

Marco

Icona di Verificata con community
   

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.