FAHIM, THE LITTLE CHESS PRINCE

Anche questo lunedì vi propongo il film Fahim in italiano Qualcosa di Meraviglioso.

Qualcosa di meraviglioso

Trama

Costretto a fuggire dal suo nativo Bangladesh, Fahim, prodigio degli scacchi di otto anni, arriva a Parigi con suo padre. Asilo rifiutato, poiché gli immigrati clandestini si trasformano in una spirale di senzatetto e disperazione. Per un colpo di fortuna, Fahim viene presentato a uno dei migliori allenatori di scacchi francesi, Sylvain (vero nome: Xavier Parmentier), che lo fa da tutore e gli dà un senso di scopo: le sue lotte sulla scacchiera rispecchiano sia le sue vittorie che le sue schiaccianti sconfitte nella sua battaglia per una vita normale. Fahim risale quindi ai tornei locali e nazionali per poi essere incoronato Campione di scacchi Under 12 di Francia nel 2012. Il film racconta la storia di un bambino che impara a vivere senza la madre e senza il padre, lontano da casa, dalle sue radici e dalle sue linguaggio. Il racconto di Fahim non è solo un racconto commovente delle tristi realtà che sono alla base di una società apparentemente premurosa, ma anche una commovente testimonianza della determinazione di un padre, della gentilezza degli estranei e della coraggiosa volontà di avere successo di un bambino.

Commento:

Per me questo film lo definirei un film intelligente e ben studiato riguarda anche la politica dell’europa attuale in particolar modo qualla della francia sul tema della migrazione. Questo film parla di un ragazzo di nome Fahim che è un ragazzo del Bangladesh che si è riscoperto un giovane talento degli scacchi un po’ a modo suo.

In Francia, dove si trasferisce con il padre in fuga dalle difficoltà, è il primo (e unico) a imparare il francese. È essenziale per comunicare con l’esterno, un esterno non più gentile degli avversari che trova nei tornei di scacchi. Gli stessi tornei che, peraltro, mal sopportano un concorrente privo di documenti di identità. Ma c’è sempre una prima volta…

Gerard Depardieu interpreta il suo maestro di scacchi, Sylvain Charpienter, il classico burbero dal cuore d’oro che non rinuncia mai a insegnare ai suoi piccoli allievi. È alla sua controparte nel mondo reale (prematuramente scomparsa) che è dedicato il film, tra l’altro: la sua solerzia permette al piccolo Fahim di crescere, dentro e fuori dalla “guerra” degli scacchi, è come un Obi Wan Kenobi meno in pace con la Forza.

Marco

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.