“Il mio consiglio d’amico”

 

Un nostro amico di Ufficio Mani Sporche ha scritto per noi e per tutti pensieri e riflessioni originati da un’amicizia.

“Ho conosciuto una persona simpatica e inizialmente un pò taciturna ed imbarazzata. L’ho conosciuta in città da qualche mese; Proviene dall’Africa, è senegalese. Abbiamo suonato insieme la batteria e le percussioni, un ottimo allenamento per sfogarsi, rilassarsi e sorridere.

Qualche volta ci scambiamo dei messaggi: abitiamo lontani. Pochi giorni fa mi ha riferito di essere assai spaventato. Racconta di percepire molto odio in città; Odio per la sua razza, il colore della sua pelle, la sua provenienza. Ho cercato di rincuorarlo, di tirargli su il morale in quanto riporta la paura della sua comunità: il timore che le cose andranno sempre peggio per gli immigrati di oggi in Italia.

Il mio consiglio d’amico è stato quello di non farsi condizionare troppo dalle sue impressioni. Moltissimi, in Italia, sanno quanto vi impegnate, molti vi stimano ed apprezzano. Basta guardarsi un pò intorno. Su col morale. Nei messaggi successivi, dopo avermi dato ragione, seppur titubante, mi è apparso rinfrancato. Ne sono stato contento.”

A.T

Un pomeriggio a “ Ufficio Mani Sporche”

 

E’ una giornata d’autunno già iniziata, da oltre quaranta giorni, però non fredda e neppure grigia. Un venerdì pomeriggio come gli altri, dalle 15:00 alle 17:30 a Idee in Circolo in via IV Novembre a Modena, edificio con vari locali, ingressi e attività ospitanti, all’interno del comparto ex Macello. Predominano colori chiari, specie il bianco, che permette di lavorare in ambienti più luminosi: a mio parere l’attività e l’umore sono influenzati dalla maggiore o minore quantità di luce disponibile.

Mi guardo attorno in una stanza tranquilla, che dispone di tavolo adatto e varie sedie attorno e lungo le pareti dove si nota pure un secondo tavolo, di colore più chiaro del primo al centro, di colore grigio.

Ogni venerdì pomeriggio nei locali lavorano varie persone d’età e provenienza differenti (anche stranieri). Qui cuciono indumenti e borse utilizzando macchine da cucire. Il clima è dato dai colori, dal movimento e dalla collaborazione, più o meno accentuata. Più che parlare mi sembra si cerchi di fare una buona cosa!

Il laboratorio “Ufficio Mani Sporche” si ritrova il Martedì dalle 17.00 alle 19.00 per costruire giocattoli rivolti ai bambini per “Lo Spazio Nuovo” e il Venerdì dalle 15.00 alle 17.30 con la sartoria. Tra i gadget che stiamo promuovendo quest’anno ci sono anche le nostre agende che racchiudono il tema della narrazione che ci ha accompagnato tutto l’anno grazie a vari progetti che si sono incrociati tra di loro. Se desiderate fare un regalo a qualcuno chiamate il numero: 3452833360.

Veniteci a trovare in mezzo a tante maglie gialle e i buoni propositi di “ufficio mani sporche”

Settembre è arrivato e “ufficio mani sporche” ha ripreso la sua attività regolarmente. Ci incontriamo il lunedì e il venerdì dalle 15.00 alle 17.00. Come ogni anno siamo invitati a creare i gadget di Màt che potrete ammirare durante la settimana della salute mentale e a progettare nuove idee facendo nuovi lavori sia con materiali di recupero che con la sartoria. Infatti, quest’ultima ha condiviso insieme la voglia di lavorare a maglia, creando sciarpe e maglioni.

Abbiamo trascorso un anno molto intenso ma ricco di stimoli grazie al coinvolgimento del gruppo “UMS” nella preparazione e costruzione dell’arredo de “Lo Spazio Nuovo”. Abbiamo reso un luogo anonimo uno spazio accogliente e flessibile per poter accogliere la varietà delle proposte, iniziative e laboratori che hanno coinvolto e continuano ad attivare una vasta rete di soggetti. Abbiamo costruito divani, sedute, abbiamo lavorato con nuovi tessuti, levigato pallet e valorizzato vecchi armadi.

Vieni ad esprimere la tua creatività, le tue idee e a collaborare con noi.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Rigenerare “vuoti” urbani e sociali. La voce di alcuni sostenitori.

A  sostegno del progetto Rigenerare “vuoti” urbani e sociali, presentato ad Aviva Community Fund, noi che frequentiamo attivamente l’associazione Idee in Circolo ci sentiamo di riportarvi quelle che sono le nostre riflessioni a riguardo.

Il progetto ci coinvolge in prima persona, noi stessi stiamo lavorando per la realizzazione dello spazio che racchiude le molteplici motivazioni che hanno spinto le diverse realtà associative ad unirsi affacciandosi completamente sulla comunità. In particolare, la comunità di cui parliamo è caratterizzata da diversità culturali, sociali, di classe che riflettono tematiche quali povertà ed esclusione sociale.

“Come affrontare questa realtà senza far finta che non esista?”

Creando uno spazio per tutti, flessibile e in continua evoluzione, monitorando i cambiamenti della comunità, protagonista attiva dei corsi, laboratori, eventi, spazi di co-working che promuoverà momenti di conoscenza, dialogo, condivisione, divertimento e opportunità. La combinazione di questi termini appena elencati si intrecciano tra di loro e vanno a creare la realizzazione di un vero e proprio centro aggregativo che manca nell’area dell’ex Macello all’interno della quale stiamo lavorando in tal progetto.

Ci sentiamo di spendere queste nostre parole a sostegno del progetto in quanto, come dicevamo all’inizio, noi che frequentiamo l’associazione Idee in Circolo, stiamo mettendo a disposizione le nostre energie nella lavorazione di un centinaio di pallets che saranno alla base dell’arredamento dello spazio. Non solo, stiamo cercando di coinvolgervi attivamente in questa lavorazione per poter rendervi partecipi fin dall’inizio di questo nuovo progetto che vuole rappresentare tutti. Il contesto fisico-spaziale è, dunque, fondamentale per accogliere la comunità che all’interno di esso ha il diritto di sentirsi “a casa”. Con attenzione, infatti, l’Ufficio Mani Sporche si sta occupando, grazie alla collaborazione di altri soggetti, dell’arredamento dello spazio e della scelta dei colori che lo caratterizzeranno.

A conclusione, rinnoviamo l’invito a partecipare ai nostri numerosi laboratori, a conoscere il progetto e se vi a sostenerci con la vostra votazione.

Pallets pallets e ancora pallets…

Come forse già saprete amici, USM, Ufficio Mani Sporche, in questo periodo, nonostante l’allerta meteo, la neve, il freddo continua con entusiasmo l’attività in compagnia dei pallets. Normalmente ci si ritrova il lunedì e il venerdì dalle 14,30 alle 16,30. Non contenti, ad oggi, ci stiamo incontrando anche il giovedì mattina dalle 9,30 alle 12,30 e il sabato pomeriggio dopo un pranzo tutti insieme o dopo qualche riunione.

Sicuramente questi incontri aumenteranno sempre di più in quanto lo spazio nuovo dell’associazione idee in circolo e alcune altre ha bisogno del nostro impegno e calore per viverlo e frequentarlo il più presto possibile. Detto questo amici vi invitiamo a iniziare a vivere lo spazio nuovo a partire dalle “fondamenta”, ossia dalla preparazione di un arredamento fatto di pareti di pallets, divani di pallets, tavoli e tanto altro.

Ce n’è per tutti, adulti che si possono adoperare in lavori più elaborati e bambini che si possono divertire tra colori e bolle di sapone giganti.

Lo scopo della costruzione di questo spazio vuole riqualificare il quartiere e invitare la cittadinanza a condividere con noi tanti laboratori e attività che già esistono ma anche idee per progettarne nuove. Dunque, invitiamo genitori e figli a conoscerci e a radunarsi con noi e trascorrere giornate di divertimento collettivo.

 

Un sabato pomeriggio alternativo

L’associazione non si ferma mai amici.

Sabato 10 febbraio ci siamo incontrati per portare avanti un lavoro che solitamente seguiamo durante la settimana con Ufficio Mani Sporche, il lunedì e il venerdì. Come già avrete notato sono state numerose le idee che, anche in compagnia del gruppo sartoria, hanno accompagnato il laboratorio nel corso dell’anno appena trascorso. Siamo passati dalla preparazione dei gadget di Màt alla preparazione dei gadget natalizi. Per capirci e per spolverarvi la memoria: magliette, borse e ancora borse, spille a forma di fiori, matite, agende, portamatite.

Da quest’anno ci siamo tuffati completamente nel mondo dei pallets. Voi vi chiederete: perchè?

Perchè stiamo per costruire con i pallets degli oggetti per arredare il nostro atteso spazio nuovo.

Si tratta di un lavoro lungo. I pallets che abbiamo a disposizione sono ben un centinaio e quindi ci tocca rimboccarci le maniche e trovarci anche di sabato pomeriggio. Il sabato pomeriggio permette anche a chi non frequenta il laboratorio di lunedì e venerdì di partecipare e collaborare attivamente all’attività. Per il momento ci stiamo raffinando nella levigatura dei pallets con l’uso di levigatrici e carta vetrata. E, nel frattempo, i nostri compagni della sartoria si cimentano nella preparazione dei tessuti che andranno a ricoprire alcuni dei nostri pallets.

Non spaventatevi amici, non siamo solo degli “scartavetratori” ma anche delle persone che hanno voglia di stare insieme e realizzare un progetto che ci riguarda in prima persona. Molti di noi si stanno cimentando per la prima volta in un lavoro con i pallets e vi assicuriamo che ci si può solo divertire liberando i pensieri.

Se siete curiosi di sbirciare il nostro lavoro e non riuscite a venire a trovarci durante la settimana, venite di sabato pomeriggio. Vi terremo sempre aggiornati per i prossimi incontri.

F. M.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute e spazio al chiuso

I GADGET DELL’UFFICIO MANI SPORCHE

 

Il Venerdì pomeriggio dalle 14:30 alle 16:30 si svolge il laboratorio di cucito e sartoria organizzato dall’Ufficio Mani Sporche. Cristina è la responsabile e Simona è l’insegnante. Lei sceglie i tessuti forniti da Oronero. Abbiamo iniziato facendo delle graziose pochette in vari colori, ricamate con la macchina per cucire.  Abbiamo usato le pochette per imparare ad utilizzare  la macchina, ma sono venute molto bene.

Adesso Simona sta preparando la campionatura per dei portamatite. Le matite, preparate dal Laboratorio dell’Ufficio Mani Sporche, che si tiene al Lunedì pomeriggio dalle 14:30 alle 16:30, gestito da Manuela e Cristina. Le matite, fatte utilizzando la tecnica del decoupage, sono ricoperte di carta di giornale o di fumetti. Le matite sono belle e decorate e sono favorite tra i nostri clienti.

L’ambiente è gradevole e molto creativo. Ci divertiamo molto, anche perché, non sapendo usare bene la macchina per cucire, facciamo molti errori, che Simona corregge con santa pazienza.

Sia il Lunedì che al Venerdì, si producono delle spille con dei bellissimi fiori, fatti a mano di vari colori.

Matite, portamatite e fiori saranno disponibili ai nostri banchetti insieme ai nostri altri gadget, come la nostra bellissima Agenda 2018. Il primo appuntamento è al Mercatino di Prodotti Biologici/Fatti a mano/recupero che si terrà al Vibra Domenica 17 Dicembre dalle ore 16.

Se siete interessati all’acquisto dei nostri prodotti per fare dei regali di Natale, potete anche contattarci via mail all’ indirizzo associazioneideeincircolo@gmail.com tutto il ricavato verrà utilizzato per l’autofinanziamento dell’associazione.

Ufficio Manisporche Laboratorio di sartoria: Cominciamo!

sartoria

 

Venerdì alle 14.30 ci siamo ritrovati per la prima lezione del laboratorio di Sartoria e Cucito.

Con noi c’erano anche i ragazzi del progetto Mare Nostrum, sarti già esperti che hanno condiviso il loro lavoro su abiti tipici del loro paese. Un fotografo ha fotografato i vestiti per promuoverli

Io mi sono trovata molto bene con Simona, l’insegnante ed ho cucito su tessuto per fare una sciarpa. L’atmosfera era allegra e trannquilla. Le due ore sono passate velocemente e penso con piacere alla prossima lezione. Invito tutti a partecipare a questo corso.

L.

living macello

Sabato 17 giugno c’è stato l’ultimo appuntamento con il laboratorio cittadino “vivi il macello”,al fine di continuare il lavoro di riqualificazione dello spazio con le altre realtà che sono attorno all’ex macello, in Via 4 Novembre. In quest’ultima occasione di incontro l’ufficio mani sporche ( progetto di riciclo di materiali e ciappinismo estremo) insieme agli architetti di strada ha concluso i lavori almeno per quest’anno costruendo e pitturando le panchine che andranno ad abbellire il giardino del Vibra. Anche in quest’occasione c’è stata la partecipazione di radioliberamente che ha accompagnato la giornata con musica, rendendo il lavoro più gradevole. E ‘ stata una giornata proficua, ed un occasione per stare un pò insieme, purtroppo in questi incontri non abbiamo avuto una partecipazione attiva dei cittadini, forse dovuta anche al gran caldo avuto in quella giornata.